Luce Raggi / I’m not a ceramist

Data
31/08 - 02/09
Luogo
Museo Carlo Zauli

Orari: 31 agosto, ore 10-13 / 15-19 / 21-23
1 e 2 settembre, ore 10-13 e 15-19

Con il progetto MCZ territorio il museo coinvolge ogni anno in un momento espositivo i percorsi degli artisti espressione della ricerca contemporanea ceramica della nostra città, Faenza, in allestimenti pronti a dialogare con l’atelier e il lavoro di Carlo Zauli.

Dopo vari appuntamenti che hanno coinvolto artisti come Enrico Versari, Monika Grycko, Chiara Lecca, Guido Mariani, le sale del museo ospitano da fine luglio Luce Raggi.

Artista irriverente e dal profilo già ampiamente internazionale, Luce Raggi è un ospite particolarmente significativo dell’appuntamento che il Museo Carlo Zauli dedica ai talenti del proprio territorio. La peculiarità di questo incontro è duplice: è legata, da un lato, alla caratteristica che ha il nostro museo – luogo di residenza per artisti. In questo senso Luce Raggi innesca un processo opposto, poichè espone al museo gli esiti della propria ampia e recente residenza a Jingdezhen, antica e gloriosa capitale cinese della ceramica.

L’altra peculiarità, invece, risiede nella natura stessa dell’opera di Luce che, con irriverente e nitida consapevolezza, supera continuamente la linea di confine tra ceramica e arte contemporanea, scardinando le categorie e i generi fissati tra arti applicate ed arti maggiori, tra decorativismo e arte concettuale, tra oggetto ed opera d’arte.

La giovane artista faentina agisce, cioè, in quello scardinamento dialettico così cruciale per Carlo Zauli ed i suoi contemporanei, che dedicarono la vita e la propria ricerca ad una ridefinizione reputazionale dell’essere ceramisti e, al tempo stesso, pienamente artisti, processo che forse soltanto nei primi anni 2000, con il conseguimento del Turner Prize a Greyson Perry, può considerarsi un dato acquisito tra gli addetti ai lavori, ma non ancora in senso assoluto.

Another Ceramic Brick in The Wall
31 agosto 2018, ore 21
Evento speciale di presentazione del relativo catalogo, accompagnato da una performance dell’artista, da sempre impegnata anche nei linguaggi legati al video e all’animazione

www.luceraggi.com

www.museozauli.it

La mostra è visitabile anche prima di Argillà Italia, dal 30 luglio 2018.
Orari: mar – sab 10 / 13, chiuso dal 13 al 27 agosto.