La terra che suona / Antonietta Mazzotti e Bottega Vignoli, con Rabalà

Data
31/08 - 02/09
Luogo
Palazzo Emiliani Zauli Naldi

Orari:
31 agosto, ore 16-22
1 settembre, ore 10-22
2 settembre, ore 10-20

Rabalà, la terra che suona, un viaggio musicale mediterraneo con ceramiche e fiati tra l’antico e il contemporaneo
in collaborazione con Antonietta Mazzotti e Bottega Vignoli

Concerti Rabalà
1 settembre, ore 11 e 18.30
2 settembre, ore 11.30

Enrico Versari, Gian Luca Babini: Percussioni ceramiche
Fabio Cimatti, Gianluca Fortini: Fiati

Rabalà è un gruppo di ricerca sonora legato ai materiali ceramici.

Viene riunito dall’artista ENRICO VERSARI nel 2011, quando esordisce a Laveno Mombello nel corso dei festeggiamenti dedicati al novantesimo compleanno di Antonia Campi.

Versari (già docente presso l’ISIA di Faenza) sintetizza in questo progetto gli studi effettuati in Iran sulle forme e gli strumenti della tradizione Persiana con quelli legati alla ceramica Faentina, affinando il rapporto che intercorre tra forma, materia e suono.

La performance prevede che i quattro musicisti costruiscano un dialogo sonoro basato su di un canovaccio prestabilito, utilizzando campane, udu, tombak, darbuka realizzati in ceramica dall’artista, oltre a due sassofoni baritoni e alcuni flauti e ocarine.

Il linguaggio musicale oscilla tra il free jazz nella matrice più vicina a Don Cherry, Albert Ayler e Ornette Coleman, e i ritmi tipici di Iran, India e Nord Africa.

Musicisti
Gian Luca Babini: Percussioni
Gianluca Fortini: Clarinetto basso
Fabio Cimatti: Sax Baritono
Enrico Versari: Percussioni